Massive Attack a Hydrogen Festival


Sono almeno cinque giorni che il meteo dice merda sulle condizioni che si sarebbero verificate ieri sera tra nord ovest e nord est.

Sapevamo sarebbe stato uno schifo, era immaginabile che l’abito perfetto sarebbe stato il sacchetto del secco. Ce n’erano tanti quante le rane nelle scarpe di quelli che si sono portati un ombrello – UN OMBRELLO? – ad un concerto. Come fai ad andare ad un concerto con un ombrello? C’era gente vestita da Laura Palmer.

Nonostante questo, Zed Concerti, ha tenuto per ore ed ore centinaia di persone ad aspettare davanti ai cancelli sotto la pioggia battente

I Massive Attack suonano o non suonano all’ Hydrogen festival di Piazzola sul Brenta? Alla fine l’hanno fatto.

Per qualcosa meno di un’oretta l’hanno fatto. Poi tre bis.

Chi stava davanti era stordito dal volume, abbastanza contento da riconoscere i fautori del genere. Chi stava un po’ più in dietro sentiva un po’meglio, come da disco, un po’ più aggressivo.

In ogni caso tutti venivano sciabolati da grandi fasci luminosi. Oppure da un muro di led recanti “poesie post moderne” dal sapore agrodolce.

Storditi come in un trip, da non accorgersi più che l’hop era già finito.

Unica soddisfazione, per chi ha atteso sotto la pioggia, è stata quella di entrare. Il che comunque valeva tutto il concerto.

Breve come i musicisti.

QUI il commento per esteso 🙂

QUI la gallery completa di Elia 🙂

MASSIVE ATTACK